Home » Curriculum raccontato

Curriculum raccontato

La suora, i bagni, i volantini, il pub, la tesi in Filosofia del Diritto, i primi lavori, il lavoro a Milano, Gabriella, il tutto fare, le paure e BEM Research.

Questo è il mio breve, anzi brevissimo curriculum che riassume in pochissime tappe la persona e il professionista che sono oggi e che sarò domani.

Ad oggi mi occupo di consulenza SEO e web marketing, tengo corsi di formazione all’Università, per Enti Pubblici e Imprese. Mi occupo e preoccupo di far crescere le aziende come temporary manager e sono co-founder di BEM Research.

La suora

Ebbi il primo richiamo scolastico alle elementari. La suora decise di chiamare i miei genitori: “la bambina è troppo curiosa” disse.

Tutto nacque dalle mie domande, volevo solo capire alcune dinamiche che ovviamente, a quell’età, non mi erano chiare: “Se Dio è buono e perdona tutti, perchè alla fine separa i buoni dai cattivi?

I bagni, il volantinaggio e il pub

Il patto che i miei genitori mi fecero firmare quasi con il sangue fu: “Noi ti paghiamo l’Università ma tu ti paghi tutto il resto“. E così ho fatto, come tutti i giovani che iniziano, diversi lavori. Ho pulito i bagni di un teatro e ricordo di aver comparto un libro sulle pulizie per farlo nel modo migliore. Ho fatto volantinaggio e la cameriera in un bar.

Sono tutte esperienze che mi hanno insegnato moltissimo.

La laurea con tesi in Filosofia del Diritto

La mia curiosità innata mi portò a fare una tesi piuttosto strana. Il Diritto di fronte alla morte: Eutanasia e Suicidio dove un intero capitolo era dedicato al suicidio su Internet. Per scrivere quel capitolo mi imbattei in cose allucinanti ma proprio questo mi spinse a indagare…il web.

I primi lavori

Dopo la Laurea iniziati subito a lavorare nel web marketing, con progetti tuttosommato stimolanti ma che non erano ancora quel che volevo io. Intanto imparavo, e molto.

Il lavoro a Milano

A 30 anni andai a vivere da sola a Milano, lontana dai miei affetti, quasi un trauma ma non avrei mai rinunciato, si trattava di andare a fare esattamente quel che volevo: SEO.
Fu una tragedia il primo mese, unica donna tra tutti uomini e primo progetto toppato. Ma quando sono andata via c’è chi ha pianto, e lì ho trovato quello che ad oggi è il mio più caro amico.

Gabriella Sannino

Così senza che mi avesse mai conosciuta ma semplicemente seguendo le cose che scrivevo, Gabriella Sannino, SEO internazionale, decide di candidarmi a SEO Woman, e arrivo terza (ma sostanzialmente perchè tutti i miei amici italiani si mettono a votarmi incessantemente!).

Il tutto fare

Tornata a Roma (per amore ma con tanta nostalgia reciproca tra me e Milano), continuo a lavorare come SEO e web marketer per diverse agenzie italiane e internazionali fino a quando mi ritrovo catapultata in una situazione in cui aprivo e chiudevo l’azienda e tutto ciò che era in mezzo inclusa la selezione del personale, la gestione dei fornitori, il commerciale, l’amministrazione. Non era quello che volevo e mi sono detta: “se devo davvero aprire e chiudere un’azienda allora deve essere la mia”

Le paure

Passare da dipendente a imprenditore non è una cosa che si può fare a cuor leggero, soprattutto nel contesto italiano.

Ma ho voluto provare, e così è nata BEM Research.

Tutto torna ….

A pensarci bene, mi viene in mente che tutto torna, esattamente come se fosse un puzzle:

  • Senza la curiosità non avrei mai fatto una tesi di Laurea così strana.
  • Senza una tesi di Laurea così strana non avrei mai iniziato a indagare il deep web e il funzionamento dei motori di ricerca.
  • Se non avessi fatto determinati lavori probabilmente non sarei mai sopravvissuta, lavorativamente parlando, a quel che mi è accaduto poi
  • Senza quell’episodio lavorativo non avrei trasformato la fragilità in forza.

To be continued…. LinkedIn