Google ha annunciato sul blog ufficiale la nuova versione dello strumento che dentro Search Console si chiama Rimozioni e che consente di effettuare rimozioni temporanee, contenuti obsoleti e filtro safesearch.

E aggiunge: (testualmente, ho solo tradotto in italiano) “… Il nuovo rapporto fornisce anche informazioni sulle pagine del tuo sito che sono state segnalate tramite altri strumenti pubblici di Google.”

Rimozione temporanea

Con questa richiesta puoi rimuovere dai risultati di ricerca di Google contenuti specifici del tuo sito. Se va in porto, dura circa 6 mesi, un tempo adeguato per trovare una soluzione permanente.

Sono disponibili 2 tipi di richieste:

  1. La rimozione temporanea dell’URL nasconderà l’URL dai risultati della Ricerca Google per circa sei mesi e cancellerà la copia cache della pagina.
  2. Cancella URL cache cancella la pagina memorizzata nella cache e cancella lo snippet di descrizione della pagina nei risultati di ricerca fino a quando la pagina non viene nuovamente sottoposta a scansione.

Contenuto obsoleto

Qui puoi informarti sulle richieste di rimozione avvenute mediante il Remove Outdated Content tool che può essere utilizzato da chiunque e non solo dai proprietari del sito, per aggiornare i risultati di ricerca mostrando informazioni che non sono più presenti in una pagina.

Filtro SafeSearch

In questa sezione vedi la cronologia delle pagine del tuo sito segnalate dagli utenti di Google come contenuti per adulti.

Gli URL inviati utilizzando questo strumento vengono esaminati e, se Google ritiene che questi contenuti debbano essere filtrati dai risultati di SafeSearch, questi URL vengono contrassegnati come contenuti per adulti.

Un’osservazione

La rimozione temporanea non può essere usata come la panacea di tutti i male. Spesso mi capita di sentire cose del tipo “sì, è un problema del CMS ma tanto poi c’è lo strumento di rimozione”.

Questa logica è sbagliata.

Non solo perchè Google dice proprio “…così avreai il tempo adeguato per trovare una soluzione permanente” (e quindi si aspetta una soluzione) ma perchè i problemi dei CMS andrebbero risolti alla fonte.

Da Google una nuova versione dello “strumento per le rimozioni” in Search Console
Tagged on: