Home » News e Info » Da Google 4,3 milioni di azioni manuali

Da Google 4,3 milioni di azioni manuali

Ultimo aggiornamento 18 Febbraio 2021

Dalla lettura del “Webspam report 2019” di Google emergono alcuni dati e informazioni interessanti sulle azioni che Google ha messo in atto al fine di combattere lo spam.

Piu di 25 billion pages al giorno sono ritenute “spammy” da Google o meglio dai “teams”. E infatti, oltre all’apporto umano (controlli manuali), c’è anche il machine learnig che è comunque oggetto di continuo perfezionamento. Che in poche parole significa: un’eventuale penalizzazione può essere manuale ma anche algoritmica.

Paid links, links exchange, hacked spam sono sotto controllo (quasi definitivamente): la lotta ai link innnaturali è oramai un dato di fatto.

Negli ultimi anni sono aumentati i siti web spammosi con contenuto autogenerato e scraped content, con finti bottoni, ads invasive, redirezioni sospette e malware. Che significa: tenete “pulito” il vostro sito web.

Query che sottintendono truffe e frodi. A questo specifico aspetto Google ha posto e sta ponendo particolare attenzione. Ovvero: analizzate le query alle quali il vostro sito cerca di dare una risposta e verificate il tipo di risposta data.

230,000 segnalazioni di spam ricevute, e 82% di azioni intraprese. 90 milioni di messaggi inviati ai proprietari dei siti web per informarli delle problematiche e 4.3 milioni di azioni manuali. In poche parole: chiunque può fare una segnalazione, anche un tuo competitor

Riassunto breve. La soluzione migliore resta sempre prevenire invece che curare.

Temi che il tuo sito web o alcune pagine possano essere state “penalizzate” da Google?

Prima di tutto dobbiamo dire che i casi reali di penalizzazione manuale sono inferiori a i casi reali di penalizzazione algoritmica e che questi ultimi non sono comunque così frequenti: devi averla fatta grossa insomma (al netto di eventuali bug di Google).

La seconda cosa da dire è che può esserci una sorta di penalizzazione anche a livello di singole parole chiavi o pagine e tu potresti non “accorgerti” di questo.

La terza e ultima cosa è che l’unica cosa che puoi fare è richiedere l’analisi del sito web nei suoi fattori on-page e off-page e che devi essere disposto ad abilitare il consulente SEO alla lettura di Search Console e analytics.

Se sei pronto a fare questo, allora puoi chiedermi un preventivo 🙂

    Informativa privacy